Vita e Sport

Esplorare lo yoga con i movimenti liberi

Esplorare lo yoga con i movimenti liberi

Autore: Denise Dellagiacoma

Sono appena tornata da un nuovo teacher training di Yoga. Ho deciso di fare un corso all’anno, sebbene sia già un’insegnante certificata da ormai tre anni.

Sento che non potrei mai continuare a insegnare se smettessi di studiare, conoscere, esplorare.

E proprio per questo, sento che sto facendo di questa pratica sempre più uno stile personale.

Di tipi di Yoga ce ne sono tanti. È vero.

Credo sia giusto che ognuno scelga quello che più sente suo, oppure che in qualche modo ne crei uno proprio, personale.

Anche se poi… ciò che conta sono i benefici.

E nello yoga sono praticamente universali.

Lo yoga ti fa stare bene. Punto. Semplice, scontato, ma è la verità.

Che cosa significa per me questa disciplina che mi ha così cambiata, dopo anni di pratica e di esplorazione?

Per me Yoga è fondamentalmente conoscere sé stessi. Imparare ad ascoltare la propria voce interiore. Significa sentirsi liberi.

Yoga è libertà, consapevolezza, esplorazione, contemplazione e ovviamente: movimento.

Il corpo è lo strumento, il veicolo per raggiungere tutto questo.

Per andare più in profondità dentro se stessi. Per cercare uno stato di connessione corpo/mente/spirito ma anche con ciò che ti circonda.

Per questo cerco di farlo sempre a stretto contatto con la natura e all’aria aperta. Il mio materassino preferito è l’erba di un prato, oppure l’acqua (insegno anche Sup Yoga).

Cambiare stile esplorando lo Yoga.

Per tutti quelli che particano Yoga da un po’ di tempo, arriva il momento in cui si sente il bisogno di “crescere”, cambiare, di continuare a esplorare.

Cresce la necessità di uscire dalle classi regolari perché magari stanchi della solita “routine” o del solito stile, può succedere, come no. Nel caso succeda, qualsiasi sia la causa, è sempre qualcosa di positivo.

È la tua consapevolezza che desidera espandersi sempre di più. E così è stato per me, sia da praticante che da insegnante. Lo yoga sta diventando sempre più per me un vero accesso alla libertà e all’essere, nello stesso tempo, sempre più radicata, sicura di me.

È infatti esplorazione di me stessa nella pratica e poi anche nella vita.

Lo yoga è arte.

Mi sento proprio come se mi trovassi davanti ad una tela bianca, cerco di essere centrata nel momento presente, su quella che sono nella mia più pura essenza e presenza. Poi comincio a muovermi, come farebbe il pittore nel riempire la tela.

Lo scopo è far sì che la pratica vada da sola, che diventi l’espressione delle sensazioni che provo in quel momento dentro di me, attraverso i movimenti, il respiro, a volte anche attraverso i mantra che ripeto mentre pratico.

Tutte le parti diverse del corpo diventano uniche, un unico corpo, un corpo che danza.

È un processo sempre più profondo di consapevolezza. E mi trovo completamente immersa nella nostra pratica, in questo stato di energia e focus. O meglio ancora “di flow”.

Non c’è una regola per entrare nel flow.

A volte può essere rimanere nella posa un po’ di più, altre volte muoversi più velocemente o più lentamente. Il flow è lasciare libera la mente, e rilassarsi nello stato del momento presente.

È la più pura e unica sensazione di unione, grazie e libertà.

Ed è quello il momento in cui riesco a sentirmi connessa al mio sé più profondo. Avverto solamente perfezione, fuori e dentro di me.

Mi sento completamente soddisfatta di quella che sono, mentre il mio corpo si muove con grazia e leggerezza.

Provati per voi

Per sentirsi a proprio agio durante la pratica Yoga occorre un abbigliamento che consenta comfort e libertà di movimento.

La nostra blogger Denise indossa Energetics:

  • GABANU WMS BRA

Prezzo di listino 19,99€

  • KRISA WMS LONG TIGHT

Prezzo di listino 29,99€