In evidenza - Novità - Prima pagina - Vita e Sport

Nordic walking:
consigli per iniziare nel modo giusto

Nordic walking:
consigli per iniziare nel modo giusto

Originariamente praticato solo in zone montane, il nordic-walking, ovvero la camminata naturale con l’utilizzo di due bastoncini, si sta ormai diffondendo ovunque, persino in città. Perfetto per sviluppare coordinazione, resistenza, forza e mobilità, è l’ideale per favorire il benessere psico-fisico, a patto che sia praticato correttamente. Infatti, a differenza di quanto si crede, non si tratta di una semplice camminata ma di una disciplina complessa, che prevede un vero e proprio studio.

Per non commettere errori ancora prima di iniziare, ecco allora una breve guida introduttiva al nordic walking, che vi aiuterà a partire con il piede giusto 😊

Attrezzatura e abbigliamento 

I bastoncini, rigorosamente da nordic-walking e non da trekking, sono i veri protagonisti di questo sport, che accompagnano i movimenti della camminata e si differenziano per il lacciolo che presenta sempre un “sinistro” e un “destro”, facilmente staccabile dall’impugnatura ogni volta che servono le mani libere.

La scelta del bastoncino varia in base al livello di pratica: si consigliano bastoncini in alluminio con punta di acciaio per i principianti, mentre per chi è già esperto la scelta può ricadere su bastoncini in carbonio con punta in tungsteno.

Le scarpe devono poter accompagnare il movimento del piede, che si caratterizza per attacco del tallone, rullata del piede e slancio delle dita. Per questo si consigliano scarpe da ginnastica con suola non troppo rigida. Non possono inoltre mancare i calzini, che dovranno essere traspiranti, elastici e aderenti, in grado di evitare la comparsa delle tanto fastidiose vesciche nei punti di maggior sfregamento con la scarpa.

Nel complesso, la scelta degli indumenti deve ricadere su capi di abbigliamento che non ostacolino i movimenti e che siano:

  • tecnici e traspiranti, tenendo conto delle condizioni meteo
  • comodi e leggeri, con i quali sentirsi a proprio agio
  • morbidi al tatto, per evitare sfregamenti dolorosi e fastidiosi.

Infine, indispensabile per le uscite in nordic-walking, uno zainetto con acqua e integratori energetici, per fare il pieno di nutrienti quando necessario.

Tecnica 

Per poter apprendere la tecnica giusta, focalizzata sul corretto utilizzo dei bastoncini in modalità spinta e non in appoggio, e sul passo alternato (alternanza dei movimenti di braccio e gambe opposti), si consiglia di seguire almeno per le prime volte un corso con istruttori qualificati. Infatti, se il movimento non viene eseguito correttamente, l’utilizzo dei bastoncini può anche risultare controproducente, senza permettere di beneficiare dei numerosi vantaggi di questa disciplina.

Infine, è importante anche il terreno su cui praticare nordic walking: un terreno a fondo naturale pianeggiante o con una limitata pendenza è quello migliore per poter praticare l’attività e permettere al piede di compiere correttamente i movimenti che caratterizzano questa disciplina.

 

Tutto chiaro? Bene! Adesso non ti resta che immergerti “passo dopo passo” in questa affascinante e salutare disciplina. E a tutti quelli che sostengono che la camminata non è utile e non porta a niente, puoi ricordare le parole di Nietzsche, secondo il quale “tutti i più grandi pensieri sono concepiti mentre si cammina.” 😉