Vita e Sport

Sciare in Trentino, tra montagne mozzafiato

Sciare in Trentino, tra montagne mozzafiato

Autore: Denise Dellagiacoma

Per più di dieci anni ho totalmente ignorato le mie montagne. Quelle tra le quali sono cresciuta, dove mi hanno portato in gita “nello zaino” di mio padre già all’età di due anni (o forse anche meno).

Quelle montagne che crescendo hanno cominciato a starmi meno simpatiche, visto che, d’inverno, mi ci dovevo allenare sopra.

Sono un ex atleta professionista di Sci Nordico. Per molti anni, invece di sciare godendomi il panorama che mi circondava, finivo per passare le ore a testa bassa, a guardare al massimo le punte degli sci. Concentrata nell’allenamento, o meglio, troppo presa dalla fatica e da uno sport, che alla fine, non mi piaceva poi così tanto.

Più che altro non mi piaceva competere, e che quello sport dovesse avere la priorità su tutto. Anche se devo dire, mi ha regalato grandi soddisfazioni, e permesso di diventare quella che sono oggi.

Da qualche anno, ho riscoperto le mie montagne e la loro bellezza, sono andata a vivere a Roma (quasi nove anni) ed è proprio vero che se te ne vai quando torni, apprezzi molto di più le cose, o meglio: la tua casa.

Ora quelle montagne me le sento appartenere, e non mi stanco mai di ammirarle. Sia d’estate, che d’inverno, in tutte le loro sfaccettature.

Mi piace viverle soprattutto facendo sport e quindi: sciando o facendo snowboard, meglio ancora sci alpinismo, e poi trekking, corsa in montagna, arrampicata, rafting e da qualche anno organizzo anche mini retreat di Yoga in alta quota. Insomma faccio tutto quello che si può fare per vivere la montagna a 360 gradi.

Sono Trentina, o meglio “Fiemmazza” come si dice nel mio dialetto. Nata e cresciuta in Val di Fiemme, una delle valli più belle dell’arco alpino (giuro non sono di parte).

Lo sci qua te lo insegnano fin da bambini, fa parte della cultura.

Non solo, i nostri paesini ospitano gare internazionali di fama mondiale, come la Marcialonga e gare di Coppa del Mondo. E da qui sono usciti grandissimi campioni come Franco Nones, Giorgio Vanzetta nello Sci Nordico; Stefano Gross, Cristian Deville e Chiara Costazza nello Sci Alpino.

Lo sci lo definirei qualcosa di più di uno sport, è un’esperienza: è divertente, rigenerante, allenante e poi lo fai sempre nella Natura, tra bellissime montagne.

Credits Alice Russolo
Credits Alice Russolo

DOVE SCIARE IN TRENTINO

Incorniciato dalle Dolomiti, le sue località sciistiche sono immerse in un panorama irripetibile con attrezzature di altissimo livello ed impianti di risalita modernissimi. In Trentino c’è l’imbarazzo della scelta, in numeri si parla di 800 km di piste, di ogni livello tecnico servite da 278 impianti. Vanno aggiunti i 480 km di tracciati per lo sci di fondo.

Tutto questo con le scenografie alpine di gruppi come l’Adamello e il Brenta, il Sella e gli altopiani trentini.

Essendo di Predazzo le piste vicine a casa sono diverse. Di solito vado a Bellamonte, alla Ski Area dell’Alpe Lusia, o anche all’Alpe Cermis, o ancora al Latemar che si collega a Pampeago e Obereggen. Spesso mi piace andare anche in Val di Fassa, a Canazei.

Un must per chi viene a sciare da queste parti è il Giro dei quattro Passi, lo skitour più conosciuto delle Alpi.

E’ un percorso panoramico (e che panorami!) di quasi 40 km dei quali 26 da affrontare con gli sci ai piedi e si attraversano quattro bellissime Valli: di Fassa, Gardena, Badia ed Arabba.

Un carosello di piste di diverso livello (medio o avanzato) tutte collegate tra loro da impianti di risalita modernissimi. L’itinerario può essere affrontato in 5,6 ore anche per sciatori inesperti.

Le attività da fare in Trentino, oltre allo sci, sono molteplici. Ovviamente la più quotata è lo Sci Alpino e lo Snowboard, ma anche lo Sci di Fondo. Altre attività sono il pattinaggio, Sci Alpinismo (ve ne parlerò presto) o le Ciaspole, il Parapendio, il Freeride, e l’Hockey.

Cosa aspetti? Io ti aspetto, con gli sci ai piedi, in Trentino 😉