In evidenza - Prima pagina - Vita e Sport

Tennis: 4 esercizi per migliorare il tuo diritto

Tennis: 4 esercizi per migliorare il tuo diritto

Autore: Federica Romani

Il diritto è sicuramente uno dei colpi più utilizzati nel tennis. Sono la prima ad utilizzarlo quasi sempre, soprattutto nei momenti di difficoltà, ma anche quando voglio chiudere i winner definitivo.

Ci sono molti aspetti che possono aiutarvi a migliorare il gioco:

  • aspetto mentale: l’atteggiamento mentale è fondamentale sia in partita ma anche nell’apprendimento e nel perfezionamento del colpo.
  • aspetto tecnico: è la base per poter iniziare ad impugnare una racchetta e successivamente migliorare le proprie prestazioni. Una buona lezione di tennis non guasta mai, anche dopo tanti anni di esperienza.
  • tattica: a volte avere un colpo forte non ti garantisce la vittoria. Bisogna gestire lo spazio del campo, capire i punti di vantaggio ed utilizzarli. Avere uno schema di gioco aiuterà nella riuscita della partita.

Il diritto non è solo un colpo di potenza, come appena detto la tecnica è importante, ecco perchè oggi, insieme al mio coach Alessandro Pappani, voglio parlarvi di 4 esercizi che potranno aiutarvi a migliorare questo colpo.

  • Esercizio sulla tecnica degli spostamenti: la rullata del piede

L’esercizio inizia con uno spostamento laterale, il piede esterno (nel caso del diritto) serve per identificare la distanza laterale; una volta trovata, spostare lateralmente il piede sinistro, prima appoggiando il tallone e poi spostando il piede sul tallone stesso, effettuando la rullata del piede in avanti, al fine di aumentare l’ equilibrio ed il trasferimento del peso del corpo. L’ultimo passo (la rullata) deve essere più ampio per aumentare la distanza delle gambe ed avere il baricentro basso. Il fine di questo esercizio è quello di migliorare l equilibrio, così da impattare la pallina nel miglior modo.

  • Esercizio sulla tecnica degli spostamenti: passo dinamico o recovery step

Si utilizza per gli spostamenti laterali a corto e medio raggio; dopo aver effettuato la rullata del piede e dopo aver impattato la pallina, il piede posteriore viene portato lateralmente in avanti per consentire oltre ad un migliore trasferimento del peso verso la palla, essere subito in posizione per rientrare verso il centro.

  • Open stance

L’ open stance è la posizione frontale alla rete, quando i piedi invece che essere laterali (il sinistro davanti al destro, nel caso del diritto) si trovano paralleli tra di loro e perpendicolari alla rete. Questa stance viene utilizzata per i recuperi laterali e nel tennis moderno per una mancanza di tempo. Il trasferimento del peso non avviene quindi in maniera progressiva (assieme all’accelerazione della racchetta) , ma rimane sulla gamba esterna fino all’impatto e viene trasferito su quella interna solo nel finale di movimento.

  • Utilizzo del braccio non dominante

Il braccio non dominante ha una funzione estremamente importante in quanto, nel caso del diritto, aiuta all’ inizio ad effettuare quella che viene chiamata unit turn (separazione orizzontale tra anche e spalle), successivamente dissociandosi dal braccio dominante (quello della racchetta) ed andandosi a posizionare parallelamente alla linea di fondo campo. Aiuta a percepire meglio la distanza laterale della pallina, aumentare l’ equilibrio ed evitare un’eccessiva torsione del tronco in fasi d’impatto.

Quindi, avete già prenotato il vostro campo? Mettete alla prova il vostro diritto e cercate di mettere in atto questi piccoli accorgimenti!