STREETBASKET: STORIA E REGOLE DELLO STREET BALL

STREETBASKET: STORIA E REGOLE DELLO STREET BALL

Bastano pochi metri quadrati con un solo canestro per dare vita ad una partita mozzafiato! È nei quartieri poveri degli Stati Uniti che nasce lo Street Basket, chiamato anche street basketball o pallacanestro da strada, un passatempo (diventato poi sport) diffuso tra i ragazzi che non avevano la possibilità di entrare in una squadra per giocare. 

New York, Chicago e Los Angeles sono senza dubbio le città americane più celebri per i loro giocatori di streetball, che con grinta, decisione ed esibizioni spettacolari hanno stregato folle di spettatori con quella che può essere definita una rappresentazione minimal della pallacanestro. 

Ma quali sono le regole dello street basket? 

In questo sport le squadre sono composte da un massimo di 4 giocatori (3 giocatori in campo e 1 cambio). Il gioco avviene su una metà campo con un canestro che deve avere le zone regolamentari di un campo da basket: 

– la linea del tiro libero (5.80m) 

– la linea dei tre punti (6.75m) 

– il semicerchio sotto il canestro che delimita la zona in cui non è sanzionabile il fallo in attacco 

È necessaria la presenza di un controller, assistito da un cronometrista o da un segnapunti, che ha il compito di segnare i punti e intervenire in caso di contestazione. 

La partita inizia con il tiro della monetina, che determina quale squadra avrà il primo possesso; la squadra che vince potrà scegliere se avere il primo possesso della partita o il primo possesso di un eventuale tempo supplementare. 

Il punteggio corrisponde a: 

  • ogni tiro realizzato dentro l’arco vale 1 punto; 
  • ogni tiro realizzato da dietro l’arco vale 2 punti; 
  • ogni tiro libero segnato vale 1 punto. 

La durata del gioco è di 10 minuti dal momento in cui il giocatore inizia a palleggiare la palla, viene fermato solo in situazioni di palla morta o durante i tiri liberi. 

La partita viene vinta dalla squadra che è in vantaggio alla fine del tempo o da quella che segna per prima 21 punti. Se il punteggio è in parità alla fine del tempo regolamentare, si gioca un tempo supplementare: la prima squadra a segnare due punti vince la gara. 

Attenzione! Evitare di giocare attivamente o rimanere in stallo equivale ad una violazione. I giocatori non possono temporeggiare: di fatto la presenza di un cronometro in campo è fondamentale per contare i secondi dell’azione, che corrispondono a 12 per poter tirare. 

Un giocatore della squadra che ha subìto il canestro riprende il gioco palleggiando o passando la palla direttamente da sotto il canestro ad un compagno. Se la squadra in attacco prende un rimbalzo, può continuare ad attaccare il canestro senza far uscire il pallone dall’arco. 

Ogni possesso palla di entrambe le squadre, successivo ad una situazione di palla morta, deve cominciare con la consegna del pallone (tra difensore e attaccante) dietro l’arco. 

Non esiste un numero massimo di falli che un giocatore può commettere, ma dopo due antisportivi vi è espulsione. 

I falli sul tiro vengono puniti con un tiro libero se il fallo è commesso dentro l’arco, mentre con due se fuori;  al settimo, ottavo e nono fallo di squadra vengono assegnati due tiri liberi, dopo il decimo due tiri liberi più il possesso palla. 

 

Durante ogni situazione di palla morta le squadre possono effettuare sostituzioni che non necessitano dell’intervento da parte dell’arbitro o degli ufficiali di campo. Anche in questo sport è presente il time-out della durata di 30 secondi, che può essere chiamato da qualsiasi giocatore in situazione di palla morta. 

Il necessario sullo street basket è tutto qui, ti va di cimentarti in una partita?  Allora non ti resta che radunare un gruppo di amici per lanciarti in un match strepitoso! 😉 

Indietro Avanti