Vita e Sport

10 consigli per correre una maratona

10 consigli per correre una maratona

Autore: Roberto Nava

Correre una maratona è il sogno di tantissimi runner. Quarantadue km e centonovantacinque metri di gloria e sofferenza. Traguardo irraggiungibile per alcuni, obiettivo raggiungibile solo per chi ci crede davvero.

Sì perché per correre una maratona non basta correre. Ci vuole testa, determinazione, costanza e un’indomabile voglia di tagliare il traguardo e mettersi finalmente la meritata medaglia al collo (per mostrarla poi a parenti, amici, figli e colleghi per tutta la settimana seguente!)

Ma da dove bisogna partire se vogliamo correre la nostra prima maratona? La risposta, in poche righe, è semplice: da noi stessi.

Ecco dieci consigli per prendersi cura del proprio corpo e prepararlo ad affrontare la regina delle distanze:

1. Visita medica: senza visita medica non si parte. È la regola numero uno. E attenzione, non basta un normale certificato medico. Il consiglio è quello di fare una visita specialistica per l’attività agonistica, che comprenda e preveda anche un elettrocardiogramma sotto sforzo.

2. Progressione: se siete alle vostre prime corse, questo è un errore piuttosto comune. Partire a tutto gas, nella corsa e negli allenamenti, aumenterà il rischio di infortuni e abbasserà drasticamente il livello del divertimento.

3. Quante volte mi devo allenare a settimana? in realtà non ci sono grandi controindicazioni. Ci si può allenare anche tutti i giorni. Non necessariamente correndo sette volte a settimana. Quello che conta è cercare di variare spesso. Cercate di rilassarvi con una nuotata o provate a spingere sui pedali di una bici se ne avete voglia!

4. I lunghi: senza allenamento non si va da nessuna parte. Senza i lunghi non si chiuderà mai una maratona. Seguite una tabella di allenamento adeguata alle vostre capacità e quando si tratterà di correre per molti kilometri non saltate neanche un appuntamento. Perché se è vero che una maratona si corre anche con la testa, è altrettanto vero che senza le gambe non si taglierà mai il traguardo.

5. Alimentazione: se volete correre una maratona cercate di curare anche questo aspetto. Non sconvolgete la vostra dieta,ma mantenetela equilibrata variando molto gli alimenti. Imparate a conoscere i “nemici” del benessere, ovvero zuccheri, alimenti raffinati (come pasta bianca, pane bianco, ecc.) e grassi saturi (come ad esempio il grasso presente nella carne e nel prosciutto). Prediligete Omega3, polifenoli di frutta e verdura e legumi.

6. Gel/Integratori: in gara non portate mai gel o integratori che non avete testato prima. Ai ristori se avete dei dubbi sul contenuto dei bicchieri bevete solo acqua e integrate con qualcosa di solido. Non esagerate e non assumetene in grande quantità. Potrebbero avere degli effetti indesiderati!

7. Idratazione: anche qui la cosa importante è non esagerare, cercate di bere solo la quantità d’acqua necessariaal vostro organismo. Nei giorni che precedono la gara è bene bere poco ma spesso. Piccoli sorsi di acqua ma frequenti. Bevete l’ultimo sorso una mezz’ora prima dello start e non assumete mai bevande o sali che non avete mai testato prima. Rischiereste di compromettere l’intera gara.

8. Obiettivi realistici: cercate, magari grazie al consiglio e all’aiuto di un allenatore professionista, di stabilire degli obiettivi che per voi siano ragionevoli e raggiungibili. Allenatevi tanto, date sempre il massimo, ma imparate a conoscere fino a dove potete spingere sull’acceleratore.

9. Scarpe: è forse il consiglio più banale, e probabilmente ve lo hanno già detto in tanti. In maratona, mai (e dico mai) usare un paio di scarpe nuove. Se avete intenzione di gareggiare con un paio di scarpe recenti, acquistatele per tempo e rodatele per un centinaio di kilometri, soprattutto sulle distanze lunghe. Niente novità!

10. Divertitevi: dulcis in fundo, la maratona deve essere un’esperienza intensa, emozionante, ma anche divertente. Deve lasciare il segno nel cuore e nel sorriso. Preparatela bene e cercate di evitare traumi e allenamenti fuori dalla vostra portata. Vedrete che il sorriso, quel sorriso, non ve lo toglierà più nessuno!