In evidenza - Prima pagina - Vita e Sport

In forma dopo il parto:
quali sport si possono fare?

In forma dopo il parto:
quali sport si possono fare?

Autore: Karen P.

Nel momento in cui ho scoperto di aspettare Stella ho pensato di studiare anche per un lavoro che potesse farmi stare più tempo con lei. Così, su suggerimento del mio medico sportivo ho deciso di iniziare la formazione per istruttrice MammaFit. Dopo aver conseguito il diploma di personal trainer ho ottenuto anche quello di ginnastica post parto per le neomamme, con marsupio o passeggino, e ora porto mia figlia alle mie lezioni. Essere insegnate di donne dopo il parto, presuppone avere tutte le conoscenze per far si che le neomamme riprendano a fare sport in tutta sicurezza, seguite da una persona competente riguardo ad attività ed esercizi che si possono o non si possono mettere in atto. La donna nel post parto, infatti, ha dei limiti legati al momento che sta vivendo ed è molto importante che chi segue il suo allenamento li tenga ben presenti.

Le tempistiche e le modalità di ritorno allo sport dopo il parto, dipendono dal tipo di attività e dal tipo di parto (naturale o cesareo).

In generale si può tornare subito a fare camminate. Camminare è la cosa più naturale che si possa fare nel post parto spinti anche dalla voglia di portare a spasso il nuovo arrivato. Non esiste un tempo da attendere prima di iniziare, dipende da come ci si sente. Per camminata intendo quella in pianura, a un ritmo normale che cresce di più con il passare dei giorni. Prima di camminare in salita o in montagna meglio attendere e riprendere un po’ di allenamento. Quando la mamma si sentirà di farlo, consiglio di portare il bambino nella fascia o nel marsupio per fargli amare fin da subito la montagna, una realtà che potrà insegnargli tantissimo.

Per quanto riguarda il fitness e in particolare gli addominali meglio attendere le 6 settimane dopo il parto. Prima di questo momento, la mamma può già iniziare a effettuare degli esercizi di respirazione, dove inspirando gonfia la pancia ed espirand+o spinge l’ombelico verso la colonna vertebrale in modo da iniziare a tonificare il traverso, il muscolo più profondo dei nostri addominali, quello che esercita un’azione contenitiva sui visceri. Questo esercizio inoltre corregge il funzionamento del diaframma in modo che questo non spinga verso il basso sugli organi e quindi sul pavimento pelvico.

Quest’ultimo è muscolo che va rieducato dopo il parto. Si chiama pavimento perché come tale ha il compito di sorreggere tutti gli organi. In gravidanza ha sostenuto il peso dell’utero e durante il parto ha subito un trauma (soprattutto in caso di episotomia) e per questo è fondamentale fin da subito fare degli esercizi per tonificarlo e renderlo elastico, riducendo al minimo il rischio di incontinenza di urina sotto sforzo. Nei miei corsi MammaFit dedico sempre del tempo alla rieducazione di questo muscolo, ma le mamme dovrebbero fare degli esercizi ad hoc quasi tutti i giorni.

Passate le sei settimane si può invece tornare a fare fitness evitando però i salti per preservare il pavimento pelvico e addominali classici come i crunch o gli obliqui che vanno ad amplificare il fisiologico distaccamento dei retti addominali causato dalla spinta dell’utero in crescita.

Sono consigliati esercizi che mirano a tonificare l’addome traverso, quindi quelli di respirazione di cui vi ho parlato prima e il classico plank aumentando gradualmente il tempo di posa.

Meglio evitare corsi fitness ad altissima intensità che possono arrecare stress alla mamma. Da questo momento è possibile anche tornare a fare yoga e pilates, ottime soluzioni per aiutare la mamma a prendersi del tempo di relax per sé e distendere i muscoli.

Proprio dopo 6 settimane si possono anche iniziare i corsi di MammaFit per tornare in forma sotto l’occhio vigile di un’istruttrice specializzata e preparata nell’attività post parto.

Per quanto riguarda la corsa meglio attendere almeno 6 mesi per preservare il pavimento pelvico. Correre su un pavimento pelvico lasso, è sconsigliato in quanto, ad ogni salto, i tessuti verranno sollecitati ma non potranno rispondere adeguatamente per la poca tonicità e proprio in questo momento si verificherà l’incontinenza.

Questo sono tutte le basi che la mamma deve sapere per tornare a fare sport dopo il parto. Posso dirvi con certezza che si può essere mamma e sportiva, basta volerlo. Se non ci sono aiuti dall’esterno, esistono modi di fare sport anche con il proprio bimbo e quindi non esistono scuse, se la motivazione c’è, un modo si trova.

Ph. credits Lisa Conti