In evidenza - Novità - Prima pagina - Vita e Sport

Sport di montagna in primavera ed estate:
quali sono i più praticati?

Sport di montagna in primavera ed estate:
quali sono i più praticati?

C’è chi ama la montagna d’inverno, ma in tanti scelgono l’alta quota anche per praticare sport nel periodo primaverile ed estivo, quando le cime innevate lasciano spazio a verdissime distese erbose e a un’aria piacevolmente frizzantina 😊

Ma quali sono gli sport di montagna più praticati in primavera ed estate? Qui di seguito ve ne proponiamo alcuni: non vi resta che scegliere quello più adatto a voi, indossare l’abbigliamento giusto e raggiungere la vetta più vicina!

 

Trekking

Il trekking è tra gli sport di montagna più accessibili e praticati a partire dalla stagione primaverile, anche da chi non è particolarmente sportivo ma ha voglia di staccare dal caos cittadino per godersi una passeggiata all’aria aperta, alla scoperta della flora e della fauna di montagna. Esistono percorsi per trekking di ogni tipo: facili, corti, lunghi, difficili, con diversi dislivelli, per consentire proprio a tutti di praticare facilmente questo sport, sia a chi non vuole faticare troppo – e magari ama concludere la passeggiata con un pic nic in compagnia – sia a chi invece, all’insegna dell’avventura, sceglie trekking più lunghi e impegnativi, anche di più giorni, all’insegna di un’esperienza totalmente rigenerante per corpo e spirito.

Cosa non deve mancare nell’abbigliamento? Scarpe da trekking, indumenti di diversa pesantezza, vestendosi “a cipolla” per non farsi trovare impreparati dai repentini cambi meteorologici (frequenti in montagna) e uno zaino nel quale mettere tutto quello che può servire, valutando l’occorrente in base alla durata del percorso scelto.

Mountain Bike

Tra gli sport di montagna più praticati in questo periodo dell’anno c’è anche l’escursione in mountain bike. Un’attività che ultimamente sta diventando sempre più diffusa nelle località ad alta quota, dove è possibile scegliere tra percorsi di diverse difficoltà: semplici e in piano, oppure con salite impegnative e discese davvero mozzafiato! Passeggiare per le montagne con una mountain bike può essere inoltre un modo diverso per scoprire piccoli angoli di paradiso.

Chi è in cerca di emozioni forti può anche provare il downhill (o freeride), con risalite tramite gli impianti sciistici (portando con sé la bici) e discese a picco tra i boschi di montagna, in quelli che vengono chiamati “bike park”, aperti in primavera ed estate. Per iniziare basta noleggiare una bici adatta, indossare le protezioni ma soprattutto prendere qualche lezione da un maestro esperto prima di buttarsi giù a capofitto!

Cosa non deve mancare nell’abbigliamento? Casco, guanti da mountain bike, scarpe adatte alla pedalata, pantaloncini comodi e maglie in tessuto tecnico traspirante, oltre ad uno zaino in cui portare tutto il necessario, anche per riparazioni al volo della bici.

Arrampicata libera e vie ferrate

Un altro sport di montagna molto praticato in questa stagione è l’arrampicata, sia libera che con l’aiuto delle vie ferrate, ovvero quelle strutture realizzate artificialmente sulle pareti rocciose per facilitarne la salita in sicurezza.

L’arrampicata è uno sport solitamente praticato da chi ha già esperienza e una preparazione adeguata. Ma in montagna ci sono anche alcune vie di arrampicata che possono essere affrontate da chi è poco allenato alla salita su pareti verticali, pur avendo una preparazione atletica di base, a patto che sia accompagnato da una guida esperta, che in caso di necessità sappia mettere in pratica alla perfezione le manovre di sicurezza. Le vie ferrate invece sono più accessibili per l’escursionista occasionale, sempre però a patto che si abbia la giusta attrezzatura per la sicurezza e si sappia utilizzarla correttamente, meglio anche in questo caso se accompagnati da una guida, almeno la prima volta.

Cosa non deve mancare nell’abbigliamento? Scarpe da arrampicata, attrezzatura per la sicurezza, kit di emergenza, guanti di protezione, occhiali da sole, abbigliamento tecnico di diversa pesantezza, traspirante e resistente alle abrasioni, senza dimenticare degli indumenti antivento, da portare nello zaino e utilizzare all’occorrenza.

Parco avventura 

I parchi avventura sono tra le attività più adatte a chi non è particolarmente sportivo ma desidera cimentarsi in prove di agilità ed equilibrio non molto impegnative e dal divertimento assicurato! Tra ponti tibetani, discese tirolesi tra gli alberi e percorsi a ostacoli di ogni genere, sia piccoli che grandi possono mettersi alla prova in tutta sicurezza, per trascorrere una giornata in montagna divertente e rigenerante.

Di solito il percorso nel parco avventura inizia con un breve momento formativo, durante il quale gli istruttori illustrano l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, ovvero un casco, una longe, un’imbragatura, moschettoni e carrucola, tutti omologati secondo le specifiche norme di sicurezza. In base alla propria preparazione atletica è poi possibile scegliere tra percorsi di diversa difficoltà.

Cosa non deve mancare nell’abbigliamento? Oltre a tutta l’attrezzatura per la sicurezza, fornita all’interno del parco, basta indossare indumenti comodi e scarpe chiuse. Da preferire un paio di pantaloni lunghi, che offrono maggiore protezione da eventuali abrasioni.

E voi, quale sport di montagna praticate solitamente in primavera ed estate?

Qualunque sia la vostra scelta, approfittatene per rigenerarvi, facendo il pieno di ossigeno e pensieri leggeri. E come diceva il famoso alpinista Walter Bonatti, chi più alto sale, più lontano vede; chi più lontano vede, più a lungo sogna.”

Per le vostre escursioni in montagna scegliete i prodotti McKinley, in vendita in esclusiva da Intersport.